I Fratelli De Filippo, dal 1 Aprile anche in dvd

La vera essenza de I fratelli De Filippo si vede nei dettagli. Un film che non fa sconti e non capta la benevolenza di nessuno.

Un film che rende fragilmente umani tre fratelli destinati a diventare mito.

Ed è proprio da uno di quei dettagli che si riesce a scorgere le emozioni di cui è intriso il capolavoro di Sergio Rubini, disponibile da questo mese anche in versione dvd.

La fuga del capitone, ad esempio.

A casa De filippo fervono i preparativi per il pranzo di Natale. Al momento di sacrificare il capitone appena comprato questo sguscia via dalle mani di mamma Luisa, ma lei riesce a riacciuffarlo e a rinchiuderlo in pentola. La figura di Luisa De Filippo appare perfettamente tratteggiate in quei 30 secondi in cui riesce a ristabilire l’ordine nel caos in cui vive.

Ben nota al pubblico la faida familiare degli Scarpetta vs i De Filippo e ancora più nota quella interna ai tre fratelli Titina, Eduardo e Peppino. Un disordine che poteva portare alla rovina, ma che invece ha generato, tra gli altri, capolavori come Natale in casa Cupiello (dove una delle scene più divertenti è proprio quella in cui scappa il capitone).

Titina, Eduardo e Peppino De Filippo

Dal loro padre naturale i tre non ottennero materialmente niente.

In tale contesto, i cuori dei tre fratelli si induriscono; provare a scalfirli è dura, ma è proprio questo raccontarne la durezza, senza mai provare a renderceli simpatici oltremodo, a renderli veri e sinceri.

Sullo sfondo di una Napoli magistralmente dipinta nei particolari, tre giovani attori, esordienti sul grande schermo, tengono testa ai loro colleghi più famosi.

Concedono alle passioni giovanili il giusto spazio perché esse diventino riscatto e non semplice ribellione misurando voce, sguardi e gestualità in modo da apparire tre giovani “vecchi”. Gli stessi di cui ancora oggi si parla a distanza di cent’anni.





Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contact Us